Qui si trovano degli aforismi che fanno riflettere.


Epitteto, stoico greco, c. 50 – 138: Quando vi sembra opportuno, dite: “Non gioco più.”

 

Thomas Mann, scrittore tedesco, 1875 - 1955: Il tempo raffredda, il tempo chiarifica; nessuno stato d'animo si può mantenere del tutto inalterato nello scorrere delle ore.

 

Lothar Zenetti, teologo tedesco, 1926 - 2019: Pregando, così abituati a dimorare nei deserti, a sopportare periodi di difficoltà, da sempre resistiamo; abbiamo il respiro più lungo, abbiamo la speranza più grande. 

 

John Coltrane, musicista statunitense, 1926 - 1967: Non c'è mai fine. Ci sono sempre dei suoni nuovi da immaginare, nuovi sentimenti da sperimentare. E c'è la necessità di purificare sempre più questi sentimenti, questi suoni, per arrivare ad immaginare allo stato puro ciò che abbiamo scoperto. In modo da riuscire a vedere con maggior chiarezza ciò che siamo. Solo così riusciamo a dare a chi ci ascolta l'essenza, il meglio di ciò che siamo.

 

Galileo Galilei, uomo universale, 1564 - 1642:

Parlare oscuramente lo sa fare ognuno, ma chiaro pochissimi.

 

Marcel Proust, scrittore francese, 1871 - 1922:

Ciascuno chiama idee chiare quelle che hanno lo stesso grado di confusione delle sue.

 

Friedrich Nietzsche, filosofo tedesco, 1844 - 1900: Chi conosce in profondità si sforza d'essere chiaro; chi vorrebbe sembrare profondo alla moltitudine si sforza d'essere oscuro.

 

Gotthold E. Lessing, poeta tedesco, 1729 – 1781:

Più grande è l'errore, più breve e dritto è il cammino verso la verità.

 

Khalil Gibran, filosofo libanese-statunitense, 1883 – 1931:

Pensano che io sia pazzo perché non voglio vendere i miei giorni per l'oro. E penso che siano pazzi perché pensano che i miei giorni abbiano un prezzo. Un altro di Gibran: Il fiume continua il suo cammino verso il mare, che la ruota del mulino sia rotta o no.

 

Friedrich von Schiller, poeta tedesco, 1759 – 1805:

Nessuna banda mi trattiene, nessuna barriera mi lega, oscillo liberamente per tutte le stanze. Il mio regno incommensurabile è il pensiero, e il mio strumento alato è la parola.

 

Ralph Waldo Emerson, filosofo statunitense, 1803 – 1882:

Quando camminiamo sul ghiaccio sottile, la nostra salvezza sta nella velocità.

 

Gottfried W. Leibniz, filosofo tedesco, 1646 – 1716:

Più agiamo secondo ragione, più siamo liberi e più siamo schiavi della passione. Più siamo sottomessi e più ci lasciamo governare dalla passione.

 

Virginia Satir, terapeuta familiare statunitense, 1916 – 1988:

Non dobbiamo permetterci di essere definiti dalle idee limitate degli altri. 

 

Antoine de Saint-Exupéry, scrittore francese, 1900 – 1944:

Immaginate una casa di notte con tutte le porte chiuse. E improvvisamente, nell'oscurità, un soffio d'aria fresca ti tocca. Solo uno. Che presenza!  

 

William Shakespeare, lirico inglese, 1564 – 1616:

Ciò che ha un sapore dolce spesso diventa amaro quando viene digerito.

 

Anatole France, scrittore francese, 1844 – 1924:

L'opinione dell'altro non vale il sacrificio di un solo nostro desiderio. 

 

Søren Kierkegaard, filosofo e teologo danese, 1813 – 1855:

Non è la via che è difficile, piuttosto il difficile è la via. 

 

Bertolt Brecht, lirico tedesco, 1898 – 1956:

Chi dice A non è obbligato a dire B. Può anche riconoscere che A era falso.

 

Thomas von Kempen, agostiniano tedesco, 1380 – 1471: Quanto è felice e saggio l'essere umano che si sforza di vivere in questo modo, come vuole essere trovato nella morte.

 

Bibbia, Matteo 10, 14: Se qualcuno non vi accoglie e non ascolta le vostre parole, partendo, scuotetevi la polvere dai piedi.

Matteo 21, 42: La pietra che i costruttori hanno rifiutata è diventata pietra angolare. 

 

Arthur Schopenhauer, filosofo tedesco, 1788 – 1860:

Ciò che un uomo ha in sé non gli giova mai più di quando è vecchio.

 

Eugen Diederichs, libraio tedesco, 1867 – 1930: Chi vive veramente e non è vissuto agisce sempre a rischio, e c'è ... nessuna vita in costante sviluppo che possa essere senza rischi.

 

Friedrich Schelling, filosofo tedesco, 1775 – 1854:

Il potere dell'aquila in volo si dimostra non da, non sentendo l'attrazione del profondo, ma superandola .., ma superandola, addirittura facendone il mezzo della sua elevazione.

 

I seguenti aforismi sono tutti dal famoso Johann W. von Goethe, poeta tedesco, 1749 - 1832:

 

La gente di solito crede che quando sente solo parole, ci deve essere qualcosa a cui pensare.

 

Qualunque cosa tu possa fare o sognare di fare, incominciala. L’audacia ha in sé genio, potere e magia. Incomincia adesso.

 

Si dovrebbe, almeno ogni giorno, ascoltare qualche canzone, leggere una bella poesia, vedere un bel quadro, e, se possibile, dire qualche parola ragionevole.

 

Non vi è al mondo gioia pura e calda come quella di vedere una grande anima che si apre a noi.

 

Dove c’è molta Luce, c’è anche molta Ombra.

 

La chiarezza è una giusta distribuzione di ombre e di luci.

 

Ciò che trasforma la vita in una benedizione non è fare ciò che ci piace, ma farci piacere ciò che facciamo.

 

Una risposta giusta è come un dolce bacio.

 

Se la mattina non ci disvela nuove allegrie e, se per la notte non coltiviamo nessuna speranza, a che vale la pena vestirsi e spogliarsi?

 

Felice colui che riconosce in tempo che i suoi desideri non vanno d’accordo con le sue disponibilità.

 

I dolori degli uomini sarebbero minori se essi – Dio sa perché siamo fatti così! – se essi non si affaticassero con tanta forza di immaginazione a risuscitare i ricordi del male passato, piuttosto che sopportare un presente privo di cure.

 

Se perderai anche tutti i tuoi beni non disperare: potranno essere ritrovati. Se perderai l’onore non disperare: forse potrai ricostruirti una nuova fama. Ma se perderai il coraggio ogni via di ripresa ti sarà preclusa.

 

Doveva proprio avvenire che ciò che forma la felicità dell’uomo fosse anche la fonte della sua miseria?

 

Nulla ci allontana dalla cosa desiderata quanto il pensiero di averla già.

 

Un cuore che cerca sente bene che qualcosa gli manca; ma un cuore che ha perduto sa di cosa è stato privato.

 

L’uomo più felice è quello che è in grado di collegare la fine della sua vita con l’inizio di essa.

 

Quanto più senti d’esser uomo, tanto più ti avvicini agli dei.